VIDEO – Sheffield United e FA Cup: un rigore verso il derby. E il tifo esplode

370138hp2

Da Il Foglio di oggi, alcuni stralci dell’articolo di Jack O’Malley: «Lasciatemi essere romantico per una volta, e credere che la svolta sia avvenuta davvero durante l’intervallo. E’ domenica, e a Bramall Lane, lo stadio dello Sheffield United, si gioca il quinto turno della FA Cup. I padroni di casa, ventiduesimi nella terza divisione inglese, hanno già eliminato due nobili della Premier League, l’Aston Villa e il Fulham, in tre partite piuttosto brutte. Tre, perché col Fulham si è giocato due volte: dopo l’1-1 di Sheffield, i Blades hanno vinto a Craven Cottage grazie a un gol all’ultimo minuto dei supplementari. Per quell’insondabile mistero che è la FA Cup, per la prima volta dopo 25 anni una squadra di terza divisione ha l’opportunità di arrivare ai quarti di finale. Succede anche questo, in Inghilterra, ma meno spesso di quanto si creda. Prima, comunque, bisogna battere in casa il Nottingham Forest (che gioca in Championship, seconda divisione). Tra Sheffild e Nottigham ci sono meno di quaranta miglia, ma la rivalità tra le due nobili e malandate società questa volta non è soltanto geografica. Tutti gli incroci possibili del destino calcistico si danno appuntamento a Bramall Lane.

L’allenatore dello Sheffield è Nigel Clough, che nel 1984 esordì come attaccante nel Nott’m Forest. Lo allenava Brian Clough, suo padre e leggenda del calcio britannico: qualche anno prima aveva vinto due Coppe dei Campioni di fila alla guida del Forest, entrando nella storia con il piglio di chi ci vuole restare per sempre. (…) I Blades sono molli, e vanno al riposo sotto di 1-0 ringraziando il portiere per il passivo non troppo pesante. Succede però che durante l’intervallo arrivi la notizia. Sono appena stati fatti i sorteggi per i quarti di finale, e se lo Sheffield United passerà il turno se la vedrà con la vincente di Sheffield Wednesday-Charlton. Se si batte il Nottingham Forest non solo si fa un pezzo di storia, ma ci si va a giocare il derby più importante di sempre, contro i cugini che militano in Championship, una serie più su.

Appresa la notizia, Clough ci pensa un po’. Poi, mentre i ragazzi rientrano in campo, glielo dice. Se vinciamo oggi, c’è il derby. Lo United cambia testa, e al sessantaseiesimo Coady raccoglie nell’area del Forest un pallone scivolato dalle mani del portiere avversario e insacca. Bramall Lane esplode, la gente – che sa del sorteggio – ci crede. Il secondo tempo corre via veloce, però, e al 90’ sembra chiaro che si dovrà giocare il replay a Nottingham. Il calcio però è imprevedibile, direbbe un cronista poco originale, e su un innocuo affondo in area dello Sheffield un difensore del Forest scivola e tocca il pallone con la mano. Rigore. Chris Porter lo calcia davanti alla curva. Tira di piattone. Non incrocia. Palla da una parte e portiere dall’altra. 2-1. Dagli spalti c’è gente impazzita che entra in campo ad abbracciare i giocatori dello United con le lacrime agli occhi. (…)».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...