A Liverpool si protesta: quanto costa il calcio in Inghilterra?

Schermata 2016-02-07 alle 13.26.22

È tema delicato il caro biglietti sui campi inglesi. L’episodio più emblematico è quello che stanno vivendo i tifosi del Liverpool, esternato ieri nel corso della gara col Sunderland: al minuto 77 tanti supporters (si stima 10mila) hanno abbandonato il proprio settore per incamminarsi verso le uscite. Il motivo, la crescita dei prezzi per assistere a una partita dei Reds: dal prossimo anno si spenderanno più di 100 euro per sedersi ad Anfield Road, mentre un abbonamento costerà tra i 908 e 1029 euro. Un’esagerazione per chiunque, culmine di una salita imperterrita che continua in tanti altri club britannici. Il minuto 77 non è stata una scelta casuale per la tifoseria scousers: è un richiamo all’anno della prima Coppa Campioni alzata al cielo dalla squadra di Paisley, ma è anche un riferimento ad un calcio che, purtroppo, non esiste più, quando andare a vedere i Reds era una passione per tutte le tasche.

Per la cronaca, il Liverpool fino al 77esimo vinceva 2-0, poi senza i suoi tifosi è riuscito a prendere due schiaffi in 15 minuti dai Black Cats penultimi in classifica: inevitabile il quesito ironico se, oltre ai tifosi, ad aver lasciato Anfield siano stati pure i giocatori. Battute a parte, il problema resta: il calcio Oltremanica è sempre più un business, con costi che inevitabilmente salgono crescono alle stelle. Le squadre diventano aziende, lo stadio (e le tv) un mercato, i tifosi consumatori da accaparrare, meglio ancora se arrivano dall’Asia e hanno un bel portafoglio in tasca.

 All’inizio della scorsa stagione fu la Bbc ad analizzare il tema, con un’inchiesta capillare, campo per campo: dal 2011 all’ottobre del 2014 il prezzo medio del biglietto più economico era cresciuto del doppio rispetto al costo della vita inglese. Il picco più assurdo era per un abbonamento dell’Arsenal, che arrivava a costare anche 2013 sterline (2600 euro), ma a far riflettere sono i paragoni con gli altri campionati: se un “season ticket” medio in Premier costa 508 sterline in Germania puoi andare a vedere il Bayern Monaco per un anno pagando anche solo 138 sterline, o il Barça, in Spagna, mette a disposizione abbonamenti anche da 103 sterline.

1414248586757_wps_3_Liverpool_fans_protest_wi

Un’analisi più recente, sempre condotta dalla Bbc, ha messo in mostra come, in questa stagione, i prezzi in Inghilterra siano rimasti uguali o leggermente calati. Ma ci sono anche altri dati, che dicono come, in media, negli ultimi 15 anni tutte le grandi squadre abbiano guadagnato tifosi, nonostante il boom dei prezzi. L’Arsenal è la squadra che più ha visto aumentare il suo pubblico, complice anche il cambio di stadio: 15 anni fa Highbury c’erano in media 37mila tifosi, oggi all’Emirates se ne contano 59mila. Nello stesso arco di tempo il Manchester United è schizzato da 58mila a 75mila, sebbene i risultati visti in questi anni non sono riusciti a replicare il treble ottenuto nel ’99. Altre: il Chelsea è passato da 34mila a 41mila, il Tottenham da 31mila a 35mila, il West Ham da 25mila a 34mila. Solo il Liverpool ha sempre saputo tenersi su una media che oscillava tra i 42mila e i 44mila. Appena sotto i 47mila che fece registrare nel ’77, anno della prima Coppa Campioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...