Quando Estonia-Scozia durò solo 3 secondi (e con una sola squadra in campo)

scotland-estonia-anthems

Ammettetelo, in fondo in fondo anche voi avreste voluto essere il 9 ottobre 1996 a Tallinn a vedere Estonia-Scozia, gara di qualificazione ai Mondiali. Autolesionismo? Macché, basta guardare le immagini qua sotto e ricordare una delle partite più assurde di sempre, durata solo 3 secondi. Tanto, infatti, fece giocare l’arbitro slavo Miroslav Radoman prima di mettere il fischietto in bocca e sancire anzitempo la fine di un match dove, in campo, era scesa solo una squadra.

Proprio così, solo gli scozzesi allenati da Craig Brown quel giorno si erano presentati allo stadio, accompagnati dai cori bizzarri dei loro tifosi in kilt «There’s only one team in Tallinn» («C’è solo una squadra a Tallinn»). Il motivo dell’assenza dei rivali è presto spiegato: dietro c’era una disputa relativa all’impianto di illuminazione del campo, il Kadrioru Stadium. Qui, durante l’allenamento del giorno prima del match, i britannici si erano accorti che qualcosa non andava alle luci, non perfette nel coprire tutte le zone di campo. Il problema fu segnalato alla Fifa, che intervenì cambiando l’orario di inizio della gara: dalle 18.45 alle 15. Una scelta che però gli estoni non digerirono affatto: a quell’ora parte della squadra, per lo più composta da non professionisti, era ancora al lavoro, e poi vuoi mettere il diverso “appeal” televisivo di una partita in pieno pomeriggio?

Nessuno però immaginava che i baltici non si sarebbero nemmeno presentati alla partita. Anzi, la speranza di arbitro e suoi assistenti era che, prima o poi, qualcuno sarebbe arrivato, trascinando un boicottaggio dimostrativo fino all’ultimo secondo disponibile. E invece, alla fine scese in campo solo la Scozia, con scene semplicemente surreali: l’arbitro ebbe il coraggio anche di fare “testa o croce” per il campo col solo capitano John Collins, mentre il suo guardalinee controllava il fondo delle reti della sola porta dove gli scozzesi avrebbero attaccato.

E l’Estonia? Arrivò allo stadio qualche ora dopo, “puntuale” per giocare la gara alle 18.45. Allo stadio non c’era più nessuno, ne ospiti ne arbitro. Sconfitta a tavolino 3-0? In un primo momento sì, poi però la Fifa ci ripensò e fece giocare nuovamente la partita, su campo neutro. Finì 0-0, a Montecarlo, e la Scozia alla fine andò comunque ai Mondiali di Francia ’98.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...