53 secondi per sognare, 68 minuti per rompersi. Il dramma di Carroll

53 secondi. È il tempo che è bastato ad Andy Carroll per infiammare Upton Park e lanciare un segnale a chi aveva lasciato perplesso lo scorso anno. Meno di un minuto e la punta di scuola Newcastle “spizzava” un bel pallone profondo, dando il la all’azione che avrebbe portato in gol Kevin Nolan, per l’1-0 degli Hammers sul Fulham. Era solo la prima di tante azioni di un West Ham straripante, bravo a sfruttare al meglio le torri aeree dell’ex-attaccante del Liverpool e ad organizzargli intorno gli inserimenti veloci di Nolan e Diame, per un sonoro 3-0 al triplice fischio. Continua a leggere “53 secondi per sognare, 68 minuti per rompersi. Il dramma di Carroll”

Mancio attento. Questo Newcastle sa volare. Ecco perché

Se la vittoria del City sullo United ha spostato gli equilibri della Premier verso la sponda azzurra di Manchester, gli uomini di Mancini dovranno aspettare ancora per fare festa. Davanti a loro ci sono infatti ancora due giornate decisamente impegnative, specie il match di domenica prossima, che vedrà i Citizens affrontare una delle squadre più in forma del momento: il Newcastle. In riva al Tyne si fa festa. Da anni l’Europa non butta più l’occhio di qua: le ultime primavere piovose hanno infradiciato troppo le jersey bianconere, che nel 2009 sono dovute passare pure dalle lavanderie della Championship. Ma gli ultimi risultati, culminati nel brillante 2-0 di ieri sera al Chelsea di Di Matteo, sono state la ciliegina sulla torta di questa stagione, che già tante soddisfazioni ha regalato ai ragazzi di Alan Pardew. Per carità, la squadra era stata costruita bene, con ottimi giocatori in ogni reparto. Ma nessuno si aspettava di poter stare così a lungo tra le grandi della Premier, davanti a club come Chelsea e Liverpool, e giocandosi l’accesso alla Champions League con Arsenal e Tottenham. Continua a leggere “Mancio attento. Questo Newcastle sa volare. Ecco perché”