Chiamarsi Rossi e segnare al Barça: una sfera impazzita per uscire dall’anonimato

C_4_articolo_2031211_upiImageppAmmettiamolo: quanti di noi, quando hanno sentito che Fausto Rossi ha castigato il Barcellona, hanno sollevato un sopracciglio con aria di spaesamento? «Fausto chi?», era la domanda che ci facevamo. I più superbi avranno finto di conoscere il ragazzo, che «sarà uno dei tanti che con quel cognome hanno battuto negli ultimi anni la A», e che, «eccerto, non ti ricordi?» ora è in Spagna a tentare fortuna. Tanti altri avranno ammesso la propria ignoranza e, con curiosità, si saranno messi a cercare qualche notizia in più su di lui, che sarà anche uno dei tanti Rossi che hanno giocato a casa nostra (e neanche il più famoso), ma per un giorno è uscito dall’anonimato del suo inflazionato cognome. Continua a leggere “Chiamarsi Rossi e segnare al Barça: una sfera impazzita per uscire dall’anonimato”

Inizia la Champions. Ecco quanto rende ai club, milione per milione

Maicosuel quanto ci sei costato. Se lo staranno chiedendo ancora i tifosi dell’Udinese, dopo che il goffo cucchiaio dell’attaccante brasiliano ha escluso la squadra friulana dalla prossima Champions League, relegandola in Coppa Uefa. Quella retrocessione in termini economici pesa oro, specie se si guarda i benefici destinati ai club che partecipano alla 20esima edizione della coppa con le orecchie, al via oggi. C’è un dato che parla chiaro, e mette a confronto gli introiti di un anno fa: gli 8 milioni e 200mila euro raccolti dalla Dinamo Zagabria, squadra che nella scorsa Coppa Campioni ha sempre perso incassando la bellezza di 22 reti in 6 partite, distano poco dai 10 e 500mila dell’Atletico Madrid, vincitore dell’Europa League dopo un lungo cammino tra partite del girone e match ad eliminazione diretta (ma gli spagnoli sono una mosca bianca nel monte benefici della Coppa Uefa, dove chi è uscito ai gironi non è riuscito ad andare oltre i 2 milioni di euro). Continua a leggere “Inizia la Champions. Ecco quanto rende ai club, milione per milione”