Chi si rivede? Eidur Gudjohnsen e un match atteso dal 1996

938020_w2

A volte ritornano, quando pensi che siano spariti nel dimenticatoio, o magari tramontati in qualche oasi dorata d’Arabia, a chiudere in bellezza la propria carriera tra i milioni degli sceicchi. Non è però il caso di Eidur Gudjohnsen, che mai si è avvicinato al calcio degli emiri o del Qatar, e stasera torna a far parlare di sé anche tra il pubblico meno propenso al calcio internazionale. Forse solo i più certosini del pallone europeo avevano seguito le gesta erranti dell’islandese ex-Chelsea e Barcellona dopo l’addio al Camp Nou, e ben pochi sapevano che l’attaccante in questi anni non ha incrociato le braccia, ma è rimasto in giro a fare gol, o almeno provarci: lo si è rivisto in Premier con le maglie di Tottenham, Stoke e Fulham, ha imparato pure il linguaggio dei campionati di Francia, Grecia e in Belgio. Continua a leggere “Chi si rivede? Eidur Gudjohnsen e un match atteso dal 1996”