Chi sale sul carro di Balotelli riconosce in silenzio cosa comanda nel calcio

Grazie Mario, perché alla fine li hai fatti tacere. Zitti e mosca, tutti a casa. E non parlo solo dei tedeschi: vedere la perfezione del calcio teutonico incrinarsi inesorabile di fronte al tuo bolide del 2-0 è stata una grande goduria che ha fatto riflettere. Proprio tu hai mandato al tappeto quell’austera eccellenza, tu che sei così imperfetto, così criticato, così sopra le righe. Continua a leggere “Chi sale sul carro di Balotelli riconosce in silenzio cosa comanda nel calcio”

Cassano e le risate dei giornalisti…

Forse poteva evitare. Forse Cassano poteva evitare di usare un certo linguaggio, parlando degli “omosessuali” come “froci”, e poteva stare un po’ più accorto nel fare quelle dichiarazioni. In fondo, c’era da aspettarsi che chi gli chiedeva dei gusti sessuali dei suoi compagni di squadra facendo riferimento alle parole di Cecchi Paone (che, guarda caso, riesce sempre ad essere al centro dell’attenzione mediatica non appena ha da promuovere qualche iniziativa editoriale), non aspettava altro che strumentalizzare qualsiasi sua parola, qualora fosse stata appena sopra le righe. Continua a leggere “Cassano e le risate dei giornalisti…”