Irlanda-Inghilterra, un secolo con vista stadio

283740_heroa.jpg

L’aria fredda di Dublino sa essere pungente anche a inizio giugno, in quelle domeniche mattine limpide e luminose dove si direbbe che pure le nuvole si sono prese un giorno di ferie. Il cielo è terso, il sole fa a botte col vento per rendere un po’ più tiepida l’aria, cui occorre l’ora del pranzo per perdere quella fastidiosa voglia di entrare nelle aperture della giacca, a stuzzicare i punti più profondi del corpo rimasti ancora avvolti nel calore delle coperte. Il silenzio domina il centro di una città che, solo qualche ora prima, era invasa da compagnie e bicchieri, birra e vociare. A far rumore, in quella domenica mattina del 7 giugno 2015, c’è solo il fischio della brezza, che spazza le vie del centro e corre verso le acque del Liffey. Un soffio fresco che però deve alzare bandiera bianca davanti al fetido odore di vomito che si alza da alcuni angoli delle strade. È un retaggio della sera prima, un must per chi si trova a passeggiare per la capitale irlandese poche ore dopo la chiusura dei pub, l’indomani delle notti più festose. Lo sanno gli spazzini che quello lì è il turno peggiore per lavorare in centro, ma quel giorno accettano di buon grado quegli omaggi: «Non ci sono bottiglie rotte, in fondo ci è andata bene», scherza uno di loro. È il week end degli hooligans, d’altronde, i giorni in cui i celebri teppisti inglesi sono attesi in Irlanda. E se le tracce del loro passaggio sono da ridurre a quei rigurgiti sciacquati via dalle spazzole delle autospazzatrici, beh, allora Dublino può dirsi fortunata.

Continua a leggere “Irlanda-Inghilterra, un secolo con vista stadio”

Archibald Leitch, l’inventore delle gradinate

old-highbury

Un nome cui il calcio inglese deve tantissimo, una firma che ha influenzato, forse senza neanche saperlo troppo, lo sviluppo di tutto il movimento calcistico britannico, costruendo stadi che oggi sono indubbiamente considerati tempi sacri del pallone che fu, e che pian piano non stiamo più vedendo. Il suo nome è Archibald Leitch, ma forse conosciamo di più il nome di alcune delle sue creature. Tante, anzi tantissime: Anfield, Ibrox, Old Trafford, Highbury, Lansdowne Road, Craven Cottage, Villa Park, White Hart Lane, Deepdale, The Old Den, Goodison Park, Hillsborough…

Continua a leggere “Archibald Leitch, l’inventore delle gradinate”