Amauri risorge. In barba ai gobbi

Il calcio a volte sa essere proprio strano, giocando con coincidenze particolarmente saporite. Prendi Amauri (Amauri o Amaurì? Bah, quando gioca male lo chiamano in un modo, quando segna in un altro): quanto lo hanno odiato in questi due anni i tifosi juventini? Quanto c’ha messo la dirigenza bianconera a scaricarlo? Eppure se da ieri i gobbi sono in testa devono ringraziare proprio “Mocio Vileda”: il suo destro è stato un chiodo che s’infilava secco nelle gomme della difesa rossonera, il Milan era un auto in panne costretta a fermarsi dal meccanico, e la Juve senza troppi patemi poteva superare e tornare in testa. Continua a leggere “Amauri risorge. In barba ai gobbi”