Il fascino degli stadi scozzesi stampato sulle maglie

cropped-website-banner.jpg

Il fascino degli stadi scozzesi stampato su magliette, tazze e borse. Si chiama “Scottish Football Stadium Prints” il progetto di Steve Stewart, designer britannico che, con le sue creazioni, riesce a rendere iconici i particolari della gran parte degli impianti da calcio che si trovano a nord del Vallo di Adriano. A scorrere le fotografie presenti sul sito si rimane colpiti: dai ben noti “home grounds” di Celtic e Rangers si passa ai campi più piccoli della Championship e giù fino alla League Two.

Continua a leggere “Il fascino degli stadi scozzesi stampato sulle maglie”

Quando Estonia-Scozia durò solo 3 secondi (e con una sola squadra in campo)

scotland-estonia-anthems

Ammettetelo, in fondo in fondo anche voi avreste voluto essere il 9 ottobre 1996 a Tallinn a vedere Estonia-Scozia, gara di qualificazione ai Mondiali. Autolesionismo? Macché, basta guardare le immagini qua sotto e ricordare una delle partite più assurde di sempre, durata solo 3 secondi. Tanto, infatti, fece giocare l’arbitro slavo Miroslav Radoman prima di mettere il fischietto in bocca e sancire anzitempo la fine di un match dove, in campo, era scesa solo una squadra.

Continua a leggere “Quando Estonia-Scozia durò solo 3 secondi (e con una sola squadra in campo)”

Quando Estonia-Scozia durò 3 secondi (e con una sola squadra in campo)

scotland-estonia-anthems

Ammettetelo, in fondo in fondo anche voi avreste voluto essere il 9 ottobre 1996 a Tallinn a vedere Estonia-Scozia, gara di qualificazione ai Mondiali. Autolesionismo? Macché, basta guardare le immagini qua sotto e ricordare una delle partite più assurde di sempre, durata solo 3 secondi. Tanto, infatti, fece giocare l’arbitro slavo Miroslav Radoman prima di mettere il fischietto in bocca e sancire anzitempo la fine di un match dove, in campo, era scesa solo una squadra.

Continua a leggere “Quando Estonia-Scozia durò 3 secondi (e con una sola squadra in campo)”

La Scozia e le sue nuove maglie: se Lord Rosebery non è McDonald’s

BhaajrqCMAEAPhm

«Avremo come sponsor McDonald’s?» La scelta estetica della Nazionale scozzese per le qualificazioni a Euro 2016 ha destato più di una perplessità, e il nuovo kit da trasferta che Brown e compagni indosseranno a partire dal prossimo agosto ha fatto storcere il naso a tanti puristi: innamorati del tradizionale blu con cui la Tartan Army è solita scendere in campo, si troveranno un po’ spiazzati dalla divisa bianca con inserti gialli e primula che è stata presentata oggi. Continua a leggere “La Scozia e le sue nuove maglie: se Lord Rosebery non è McDonald’s”

“Ludere causa ludendi”: il calcio amatoriale del Queen’s Park compie 145 anni

Se l’incerto futuro dei Rangers può fare i conti per ora con una sola certezza, ovvero il divieto a partecipare alla prossima Premier League scozzese, si apre un’interessante prospettiva qualora i Teddy Bears venissero retrocessi nella più bassa categoria del professionismo caledoniano. Scopriranno solo la prossima settimana in quale serie verranno accettati, ma se dovessero ripartire dalla Third Division allora per i Rangers si riproporrebbe una sfida dal sapore ottocentesco, quella contro il Queen’s Park. Continua a leggere ““Ludere causa ludendi”: il calcio amatoriale del Queen’s Park compie 145 anni”

Green army, le minacce a McClean e McGeady. «Ma noi siamo irlandesi»

Il suo esordio agli Europei lo ha fatto nella disfatta contro la Spagna. Chissà se il Trap lo vorrà adottare ancora sulla fascia stasera contro l’Italia, a rimpiazzare un’appannato Duff. Ma al di là di come si comporterà James McClean, la sua convocazione con la Nazionale irlandese ha fatto notizia per gli infelici strascichi che ha avuto. McClean è stato infatti minacciato per aver deciso di dare la propria disponibilità alla squadra di Giovanni Trapattoni, rinnegando a tutti gli effetti la sua terra natale, l’Irlanda del Nord, per la quale aveva, tra l’altro, giocato nelle nazionali minori. Continua a leggere “Green army, le minacce a McClean e McGeady. «Ma noi siamo irlandesi»”

VERSO GLI EUROPEI – Con Gazza Wembley esplode. Ma l’Inghilterra è maledetta

“Football comes home”: lo slogan di Euro ’96ricorda a tutto il Vecchio Continente il ritorno del calcio ai suoi lidi natii. Se di mezzo c’è pallone, anche il giugno inglese sa rivelarsi torrido, specie se la nazionale di casa ha sempre fatto grande fatica tra Europei e Mondiali. Come due anni prima, quando i Three Lions non riuscirono inspiegabilmente a qualificarsi per Usa ’94. O come nel ’92, quando all’Europeo di Svezia furono sbattuti fuori dalla fase a gironi, arrivando ultimi con solo un gol fatto. È un po’ la maledizione degli inglesi: vantano orgogliosamente l’origine di questo straordinario sport, e gelosi difendono il primato di campionato più bello del mondo, ma le delusioni che la loro nazionale ha concesso superano le gioie. Continua a leggere “VERSO GLI EUROPEI – Con Gazza Wembley esplode. Ma l’Inghilterra è maledetta”

Il derby più antico del mondo per la coppa più antica del mondo

Era il 1902. Con un 1-0 sofferto gli Hibs strappavano la Scottish Cup dalle mani del Celtic. I biancoverdi di Edimburgo contro i biancoverdi di Glasgow: le due anime calcistiche cattoliche della Scozia una contro l’altra, in un trofeo che già allora sapeva di storia. 1873-74 è l’anno della prima edizione. Lo si legge sulla pancia della Coppa: è la competizione più antica del mondo, e sabato 19 maggio vivrà ad Hampden Park il suo 127esimo atto conclusivo. Quel 26 aprile del 1902 s’incrociarono Hibernian e Celtic: se per i cattolici di Glasgow iniziava un lungo secolo che ha fatto della parola successo il suo termine più frequente, per quelli di Edimburgo questo rimane l’ultimo successo in Scottish Cup. È passato più di un secolo ormai: gli Hibs hanno avuto una storia sempre modesta, in un campionato schiacciato dall’assoluta predominanza di Celtic e Rangers. Le poche briciole che l’Old Firm ha lasciato cadere dal tavolo hanno visto azzuffarsi Aberdeen, Dundee Utd, e le due squadre di Edimburgo, Hibernian e Heart of Midlothian. Continua a leggere “Il derby più antico del mondo per la coppa più antica del mondo”